Il programma Erasmus+ intende migliorare le competenze e le prospettive professionali e modernizzare l'istruzione, la formazione e l'animazione socioeducativa. Il programma dispone di un bilancio di14,7 miliardi di euro per sette anni, riflettendo l'impegno dell'UE a investire in questi settori.

Erasmus+ Dal 2014 al 2020 offrirà a oltre 4 milioni di europei l'opportunità di studiare, formarsi, acquisire esperienza professionale e fare volontariato all'estero.

Il programma sosterrà i partenariati transnazionali fra organizzazioni che operano nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù per favorire la collaborazione e riavvicinare il mondo dell'istruzione e del lavoro, con l'obiettivo di far fronte all'attuale fabbisogno di competenze in Europa.

Appoggerà inoltre gli sforzi nazionali per modernizzare l'istruzione, la formazione e le associazioni giovanili. In ambito sportivo il sostegno andrà ai progetti amatoriali e alla soluzione di problemi transfrontalieri, fra cui le partite truccate, il doping, la violenza e il razzismo.

Erasmus+ raggruppa sette programmi dell'UE già esistenti nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù. Per la prima volta, includerà anche lo sport. In quanto programma integrato, Erasmus+ offre maggiori opportunità di collaborazione fra istruzione, formazione, gioventù e sport e, grazie a regole di finanziamento semplificate, sarà più facile usufruirne.

Nel campo dell'istruzione e formazione, l'iniziativa Erasmus è conosciuta per le opportunità che offre agli studenti che desiderano studiare all'estero, nonché per le opportunità che offre agli insegnanti dell'istruzione superiore.

Rifacendosi a questa iniziativa, il programma Erasmus+ interviene in cinque importanti settori:

Per aderire al progetto si può accedere al regolamento, invito a presentare proposte e modulistica al sito http://www.erasmusplus.it/.