Esiti del tavolo tecnico sul Dimensionamento della rete scolastica in Sicilia

Il criterio approvato è stato quello di circoscrivere gli interventi di dimensionamento, salvo casi particolari e motivati, alle scuole che risultavano sottodimensionate nell’organico di fatto, rilevato dall’USR, nell’autunno 2014.

Per le varie provincie ecco i risultati:

Messina: parere favorevole al mantenimento dello “status quo” del corrente anno scolastico; quindi nessuna modifica. Resta Capizzi sottodimensionata;

Enna: parere favorevole al mantenimento dello “status quo” del corrente anno scolastico;quindi nessuna modifica.Restano Centuripe e Calascibetta sottodimensionate

Siracusa: parere favorevole al mantenimento dello “status quo” del corrente anno scolastico;quindi nessuna modifica;

Caltanissetta: parere favorevole al mantenimento dello “status quo” del corrente anno scolastico;quindi nessuna modifica;

Ragusa: Fusione dell’ITG Gagliardi con il liceo classico. (dovrebbe assumere la nuova denominazione di Istituto magistrale “Vico”)

Palermo:  -fusione dell’IC Borgetto con il II Circolo di Partinico.La nuova   istituzione cederà la sezione della scuola dell’Infanzia del plesso“Giovanni XXIII al III Circolo didatt. di Partinico;- fusione dell’IC Mattarella” con il CD Bonagia di Palermo;-fusione del II circolo di Termini Imerese con l’IC“Balsamo” di Termini Imerese e con cessione della sezione di scuola dell’infanzia e primaria “Rosina Salvo” (del II Circolo) alla S.M. Tisia   d’Imera di Termini Imerese.

Catania:  Soppressione IC Biscari – Martoglio e nuova Istituzione di IC Cavour – Biscari che acquisisce il plesso di via Pantano e nuova istituzione di CD Giuffrida che acquisisce la sc.sec. I grado di via Salemi  dell’IC Biscari –  Martoglio

Il tavolo tecnico ha espresso parere negativo sulla costituzione di istituti omnicomprensivi nel territorio metropolitano di Catania

 - Le proposte di dimensionamento relative alle province di Agrigento e Trapani, saranno prese in esame il 17/02/2015  alle ore 18,00.