DDL : PIANO ASSUNZIONI

  • Stampa

docenti 1 DDL Scuola : Piano assunzioni

 Fase O assunzioni con le “ Vecchie regole” La prima tranche (fase 0) del piano di immissioni in ruolo,  riguarda i posti resi liberi per il turn-over  (21.880) e quelli consolidati relativi al sostegno (14.747), in totale 36.627. Su questi posti verranno effettuate le nomine con le modalità "tradizionali": il 50%  dei posti disponibili andrà alle GAE ed il restante 50% ai concorsi ordinari.

Fermo restando che per i concorsi ordinari, le graduatorie valide per le nomine in ruolo sono quelle relative al concorso indetto con DDG n. 82/2012.

Per le classi di concorso non comprese in questa procedura, restano valide quelle relative alle graduatorie dei concorsi precedenti.

Queste operazioni, come negli anni precedenti, devono concludersi entro il prossimo 31 agosto.

I nominati  in ruolo, per l'anno scolastico 2015/2016, avranno assegnata una  sede di servizio provvisoria , mentre  quella  definitiva verrà attribuita successivamente secondo quanto verrà stabilito dal contratto sulla mobilità relativa all'anno scolastico 2016/17.

Questa fase di nomine si realizza a normativa vigente e consente ai beneficiari di mantenere la titolarità della cattedra.

Per quanto riguarda il sostegno, nella scuola secondaria di secondo grado le nomine in ruolo continuano ad essere effettuate tenendo conto delle singole aree disciplinari.
Nella scuola secondaria di primo grado, invece, tutte le classi di concorso confluiscono in un'unica area disciplinare.

Al termine di questa procedura cesseranno di avere validità tutte le graduatorie dei concorsi ordinari antecedenti a quello indetto con DDG n. 82/2012.

-Assunzioni dal piano straordinario

Riguardano gli  inclusi a pieno titolo nelle GAE e nelle graduatorie dei concorsi 2012 (compresi gli idonei) che non siano già di ruolo come docenti nella scuola statale ed avvengono in 3 fasi:

fase a : nei limiti dei posti liberi nell'organico di diritto i destinatari vengono assunti nella loro provincia (o provincia della regione per il concorso) entro il 15/9/2015 con decorrenza giuridica ed economica, con le attuali procedure (50% e 50%)

fase b :quelli che non trovano posto nella fase a) vengono assegnati successivamente a domanda sui posti di O.D. rimasti liberi dopo la fase a) nelle varie province a livello nazionale indicate a domanda ed assunti con decorrenza giuridica 1/9/2015

fase c : quelli che non trovano posto neppure nella fase b) vengono assegnati  all'organico aggiuntivo delle varie province a livello nazionale (sempre in base alla stessa domanda) ed assunti con decorrenza giuridica 1/9/2015

Per gli assunti nella fase a, come per gli assunti nella fase normale,  del piano straordinario, viene assegnata la titolarità nella provincia di assunzione e una sede provvisoria.
Per le fasi b) e c) viene assegnata una sede in via provvisoria (senza alcuna titolarità) al termine di ciascuna delle due fasi.
La decorrenza economica è dal momento del raggiungimento della sede assegnata.
È prevista una mobilità straordinaria (ma solo da ambito territoriale ad ambito territoriale) di tutti gli assunti entro il 2014/2015, anche in deroga al vincolo triennale, su tutti i posti vacanti dell'organico dell'autonomia, inclusi quelli provvisoriamente assegnati agli aspiranti inclusi nelle GAE nelle fasi b) e c).
Coloro che sono stati assunti nelle fasi b) e c) concorrono, successivamente a quelli assunti entro il 2014/2015, all'assegnazione della titolarità per uno degli ambiti territoriali a livello nazionale.